.
Annunci online


5
commenti


Donne e potere, un binomio quasi più forte che donne e motori. Un binomio che, secondo il direttore de La Stampa, occupa costantemente i pensieri dei lettori di quotidiani. Deve essere il motivo per cui sulla prima pagina di sabato 19 aprile appare con grandissimo rilievo la foto di Silvio Berlusconi che “mitraglia” la giornalista russa, colpevole di una curiosità gossippara su una presunta amante di Putin. Ma non basta. I lettori vogliono di più. E per una par condicio in versione “guerra fredda” accanto alla foto “La storia”, ovvero le rivelazioni di un consigliere di John Kennedy su una love story tra JFK e Audrey Hapburn, con tanto di fotografia formato francobollo del viso dell’attrice in versione “Colazione da Tiffany”.

“Due piccioni con una fava - avrà pensato Giulio Anselmi (il direttore de La Stampa ragiona per proverbi, o almeno pare…) - Un po’ di esteri in prima pagina, per non essere provinciali, e un po’ di sano pettegolezzo popolare, per non fare gli snob”. Il risultato è che su 5 pagine dedicate all’estero, una è interamente occupata dalla “lieson” Kennedy – Hapburn. Un articolone con belle foto (l’argomento si presta) che non deve avere richiesto molto sforzo al corrispondente da New York Maurizio Molinari dato che si basa interamente su un pezzo del New York Daily News che pubblica alcune anticipazioni del libro del consigliere di Kennedy. D’altra parte un’altra mezza pagina di esteri, sempre su La Stampa, ci porta una notizia destinata a mutare gli equilibri geopolitici di tutto il Medio Oriente: nella città iraniana di Tabriz i Guardiani della Rivoluzione hanno vietato di giocare a biliardo. Questo si devono “beccare” i lettori de La Stampa che vorrebbero invece sapere che cosa è successo nel mondo…

Se torniamo poi al “nostro” mitragliere, non si sa se ridere o piangere. Tutto è così grottesco: l’incontro nella villa in Sardegna, Putin che non dovrebbe più comandare, ma comanda lo stesso, le discussioni a tavola (“Ti do Alitalia e Kakà per il tuo amico del Chelsea, e tu mi fornisci gas e l’usufrutto gratuito di tutte le ragazze dei night di Mosca”), la serata con quelli del Bagaglino… E grottesca persino la domanda incriminata sulla vita sessuale dell’ex Kgb. Come se Putin non avesse altri scheletri nell’armadio. Il problema è che quando si va a sbirciare dentro quegli armadi la mitragliata arriva davvero. A proposito: nessuno dei coraggiosi giornalisti italiani ha colto l’occasione per chiedere al simpatico russo notizie di una collega? Tale Anna Politkoskaia. Pare che non facesse inchieste tra le lenzuola, ma si occupasse di Cecenia, magistrati corrotti, privatizzazioni di società russe, potere politico ("La Russia di Putin" è un suo libro del 2005).
Chi le ha sparato, non ha fatto il gesto con le dita…

Kilgore


permalink| creato da kilgore | inviato il 20/4/2008 alle 11:18

sfoglia marzo        maggio
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
.